VILLA PATRIZIA

Un dimora imponente, a cui si accede tramite il cancello di ferro battuto: questa è Villa Patrizia al primo sguardo.

La facciata è composta da massicce colonne doriche in travertino che sorreggono il timpano d’influenza coloniale. Un ingresso scenico, che conduce in un mondo da favola.

Le porte si aprono sull’androne e lo scalone semicircolare in marmo bianco: immaginate di scendere i suoi gradini per un’entrata da film.

Basta alzare lo sguardo per scoprire un altro particolare unico: l’affresco di cinque metri realizzato da Alessandro Mutto, riproduzione minuziosa di un’opera di Sebastiano Ricci risalente alla fine del Settecento.

Vale la pena rivolgere lo sguardo anche verso il basso per ammirare i pavimenti di marmo bianco a specchio intarsiati con giochi circolari ispirati all’antica Roma.

LA PISCINA

Nella zona settentrionale della dimora si trova la piscina a sfioro: 220 metri quadri di acque azzurre attorno a cui festeggiare e divertirsi coi propri ospiti.

Contornata da palme e verde la zona piscina è un’area che rievoca gli sfarzi di Miami, ma è anche un’oasi di relax in cui farsi ammaliare dal gorgoglio delle acque e dal canto degli uccellini.

IL GIARDINO

Il giardino di Villa Patrizia è curato e progettato interamente dalla proprietaria e offre angoli pensati per il relax e il divertimento.

Un grosso faggio trentennale presta riparo dal sole e porge il benvenuto agli ospiti sotto la sua chioma variegata.

Un boschetto di faggi, aceri e querce circonda la proprietà e ombreggia il giardino e la zona piscina facendo da cornice ai momenti trascorsi all’aria aperta.

Un delizioso gazebo coperto dai glicini è la location ideale per celebrare i riti civili, oltre che il set per fotografie senza tempo.

Così come il roseto, che si estende sul lato sinistro del giardino, e in cui crescono rigogliose le rose provenienti dalla Provenza.

Un’esplosione di profumi e colori in cui trovano spazio anche due vasi cachepot finemente decorati.

INTERNO VILLA

Villa Patrizia è un’incantevole dimora in stile coloniale dall’architettura candida ed elegante, armoniosamente inserita nel parco del Conte Treccani.

Gli ambienti esclusivi e raffinati la rendono una location ideale per ospitare ricevimenti e feste.

Le sale interne sono ambienti maestosi e raffinati, arredati con gusto classico e perfette per banchetti e balli.

Il grande parco racchiude una piscina a sfioro e angoli romantici e suggestivi.

LA SCALA E LE SALE

La scala principale si snoda in un ambiente di 70 metri quadrati caratterizzato dai pavimenti in marmo bianco con intarsi in macauba e oro di Siena.

I decori, che giocano con i toni dell’azzurro e dell’oro, sono di ispirazione neoclassica e si sposano con l’architettura elegante della Villa.

Si respira un’atmosfera da favola passeggiando tra i colonnati in travertino, dove è conservata la statua di “Italia”, simbolo di buon auspicio per le nuove coppie.

Nella veranda semicircolare, da cui si scorge la piscina, l’imponente tavolo di scagliola decorato con temi classici richiama l’attenzione degli ospiti.

Sulla pareti un grande arazzo con scene d’influenza francese dona all’ambiente un’atmosfera intima e raccolta, tanto da renderlo una location per celebrare cerimonie civili.

Le pareti del salone sono rivestite da boiserie Luigi XVI di colore panna provenzale, arricchite da intarsi fatti a mano di lesene e ghirlande fiorite che rendono l’ambiente intimo e accogliente.

Un camino del Novecento riscalda l’atmosfera anche nelle giornate più fredde, rendendo la sala adatta ad accogliere feste e ricevimenti invernali.

Il pianoforte bianco a coda, recuperato dal Teatro alla Scala e suonato dal maestro Maurizio Pollini negli anni Sessanta, assicura un accompagnamento musicale di gran classe.

LE CAMERE

Villa Patrizia dispone di camere e suite per un soggiorno all’insegna del relax e sono così distribuite:

La Stanza Rosa e la Stanza Bianca sono dotate di bagno con vasca e rifinite con piastrelle Valentino.

La Suite Stanza Blue è dotata sia di vasca che di doccia, è rifinita con piastrelle Roberta di Camerino ed è dotata di cassetta di sicurezza, minibar, TV e aria condizionata.

La Suite Imperiale è la stanza più esclusiva: splendidamente affrescata ospita una vasca idromassaggio Jacuzzi per due persone, due spogliatoi separati per uomo e donna; inoltre la camera è dotata di cassetta di sicurezza, minibar, aria condizionata.

SUITE IMPERIALE

La Suite Imperiale è un ambiente unico grazie all’affresco a trompe l’oeil su base di sabbia fine dell’Adda e con colori naturali da Alessandro Mutto.

L’opera rappresenta un patio luminoso aperto su uno scorcio delle colline veronesi e attorno al letto sono raffigurate due figure allegoriche: le virtù dell’innocenza e dell’onestà.

La vetrata semicircolare offre una vista completa sul parco e sulla piscina, da godere distesi sull’elegante dormeuse posta nella Suite.

La Suite Imperiale è l’alcova ideale per il riposo degli sposi dopo un matrimonio da favola.

La camera è dotata anche di uno spogliatoio femminile rifinito da un’armadiatura elegante, in cui la sposa può prepararsi per la cerimonia e riporre l’abito alla fine dei festeggiamenti.

Lo spogliatoio per lui, invece, è caratterizzato da un mobile abilmente realizzato in ebano.

Il bagno, in marmo bianco, è impreziosito da una vasca idromassaggio Jacuzzi per due persone con una piccola cascata sotto cui rilassarsi in coppia.